Associazione Dei Parchi Industriali Russi per la cooperazione in Italia-EXPO e dal “Made in Italy” al “Made with Italy” !

Associazione dei Parchi industriali Russi, «188» in totale ,ha partecipato alla IV sessione del Gruppo di lavoro italo-russo per la cooperazione nel settore industriale e delle PMI,Padova,Parma,Milano in tre tappe per la cooperazione economica, industriale e finanziaria del Ministero dell’Industria e del Commercio della Federazione Russa. Delegazione formata, oltre che dai rappresentanti dei parchianche dai esperti russi, che hanno presentato alla comunità imprenditoriale italiana le nuove opportunità di investimento in Russia che sorgono dall’affermazione di queste innovative strutture oltre il panorama economico Delle Zone Economiche Speciali. L’evento si è posto l’obiettivo di delineare una piattaforma di investimenti e coworking, spiegare le pratiche e la facilità per favorire l’inserimento  dell’imprenditoria italiana in questa realta promettente. L’attività dei Parchi è il raduno delle Imprese o di un gruppo di Aziende che stanno ancora lavorando in modo indipendente, ma che condividono dei valori e sono interessati alla sinergia che può avvenire lavorando a contatto con imprese di talento.

CatturaCattura

http://www.indparks.ru/materials/photoarchive/145/
L’Associazione “Parchi Industriali” è espressione della cooperazione tra settore pubblico e privato in Russia. Riunisce nello stesso forum le compagnie di management degli stessi,e sviluppo regionale, le società di consulting, di costruzione e progettazione (http://www.indparks.ru/) in stretta collaborazione.  L’associazione rappresenta più di 100 membri e riunisce parchi industriali distribuiti su 43 soggetti federali russi. Confindustria Russia e l’Associazione “Parchi Industriali” hanno firmato un Memorandum of Cooperation che sancisce ufficialmente l’inizio di una fruttuosa collaborazione, volta allo sviluppo e al sostegno reciproco dell’imprenditoria russa e italiana.Una delle sinergie chiave e la rappresentanza regionale istituzionale.

STAR3737 1
I nuovi piani di sviluppo per gli anni a venire per contrastare normative federali introdotte in termini di import substitution (importozamesheniye),hanno esposto tutti i vantaggi economico-fiscali a disposizione di coloro che vogliono avviare un processo di localizzazione della propria produzione nel territorio della Federazione Russa. Inoltre il networking tra imprenditori russi e italiani, mirati allo scambio di contatti e informazioni specifiche continua ad avere il luogo tra i due paesi. Lo possiamo osservare sia dalla presenza al EXPO di V.V.Putin che L’evento di punta a Verona nel contesto del Forum EuroAsiatico.

image R600x__renzi_putin12029611_545566578940526_6594704775804761454_o12186772_546389368858247_4123155413815191926_o

Il mercato russo intende ristrutturarsi e noi siamo pronti ad affrontare tali cambiamenti con professionalita’ ed energia. Osservando, si nota l’importanza dei rapporti commerciali ed economici, tra la Russia e l’Italia e delle attivita’ per lo sviluppo della cooperazione bilaterale fra i due paesi, attraverso la realizzazione di progetti comuni, nei seguenti settori: aeronautica; industria leggera; macchinari; industria farmaceutica; navalmeccanica. Particolare attenzione per i progetti ed attivita’ congiunte per potenziare il settore dell’industria high-tech. Per le PMI e stata sottolineata la volonta di incentivare la nascita delle imprese innovative con la disponibilita’dell’Agenzia italiana per gli investimenti e lo sviluppo d’impresa, in materia di gestione di strumenti di incentivazione per la creazione d’impresa attraverso il programma “Smart & Start”.!

12 13

434 34333
Il Vice-Ministro Bogynsky, il quale ha presentato la recente legge sulla nuova politica industriale russa e le opportunita’ rappresentate dal nuovo “Contratto d’investimento speciale”: un accordo trilaterale che mette in relazione l’investitore con il Governo federale e quello di una determinata regione, per assicurare un supporto a 360° gradi. Si tratta di una misura speciale molto simile al Contratto di Sviluppo gia’ presente in Italia, che prevede la possibilità di contrattare direttamente con le suddette autorità le condizioni (fiscali, particolari privilegi e altro) a cui si accetta di effettuare un investimento in territorio russo; per questa ragione, e’ stata espressa l’intenzione di un lavoro congiunto al fine di migliorare la versione russa e portarla in pratica con successo.! lavori in corso sulla materia delle certificazione EAC per l’esportazione verso la Russia di elementi d’arredo ed illuminazione. Inoltre, affrontato il tema della contraffazione dei prodotti Made in Italy e la necessita’ di rafforzare misure di contrasto anche all’interno del mercato russo. Riportando le parole del Direttore ICE Mosca, il Dott. Pier Paolo Celeste, ci auspichiamo che si possa vedere anche in Russia il passaggio dal “Made in Italy” al “Made with Italy”.

Share This:






Related News

Добавить комментарий

Loading...
Facebook Messenger for Wordpress